comunicazione

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA SANITA’ ITALIANA

Postato il

IIR

 

 

 

 

Strategie, Strumenti e Innovazione a supporto

Convegno Nazionale, Milano 2 luglio 2014

Programma Convegno

Istituto Internazionale di Ricerca

RAPPORTO OASI 2009: marketing e web in evidenza

Postato il

 

Come già segnalato un paio di mesi fa, evidenzio che nel Rapporto Oasi 2009 del Cergas-Bocconi di Milano, pubblicato su www.cergas.unibocconi.it , sono stati dedicati ben due capitoli al marketing e discipline affini.

Come anticipavo nel post di novembre, nel capitolo 13 viene analizzato un tema molto caro a questo blog, cioè “Patient web empowerment: la web strategy delle aziende sanitarie del SSN”, a cura di Buccoliero & co.

Inoltre segnalo che nel capitolo 12 viene analizzata approfonditamente la comunicazione aziendale in sanità, come segnalato e commentato dal Sole 24 Ore Sanità del 22-29 dicembre 2009, interessante sopratutto per l’approccio strategico al tema (analisi, obiettivi, …), la differenziazione dei processi (comunicazione per la salute, per il marketing, per l’empowerment e istituzionale) e per l’evidenza sulla necessità di misurare l’efficacia delle azioni rispetto agli ovbiettivi dati.

BUONA LETTURA A TUTTI !!!

Kotler inserisce “Scegli la salute” dell’AUSL di Modena tra le quindici storie di marketing sociale di successo nel mondo

Postato il Aggiornato il

Non vediamo l’ora di leggere questo nuovo lavoro di Kotler … per un bel motivo in più !

Il progetto modenese “Scegli la salute”, realizzato dal team di Giuseppe Fattori per sostenere l’offerta di prodotti salutari attraverso la distribuzione automatica di alimenti e favorire iniziative di comunicazione per la salute nel settore, ha ottenuto un prestigioso riconoscimento: è tra i quindici casi mondiali segnalati per aver applicato con maggior efficacia le leve del marketing sociale nel promuovere la diffusione di sani stili di vita.

Philip Kotler, padre del marketing sociale, Nancy Lee e Hong Cheng,  tra i più noti esperti mondiali della disciplina, hanno raccolto infatti nel loro ultimo libro “Social marketing for Public Health: Global Trend and Success Stories” (Jonas and Barlett Publishers, 2009) le principali iniziative avviate a sostegno della promozione della salute nei cinque continenti, dagli Stati Uniti alla Cina, dal Perù all’Australia. Le attività proposte riguardano campi quali la lotta al fumo di sigaretta e all’abuso di alcol, il sostegno ad una regolare attività fisica, la prevenzione della diffusione dell’HIV, ecc.

Per approfondire: www.marketingsociale.net

 Tel. 339-8332107 –  E-mail: redazione@marketingsociale.net

NetS@nté – Medias et Santé

Postato il Aggiornato il

medias & santè

10 December 2009 Marseille, France
Le premier colloque “Médias et Santé” sera consacré au rapport croissant qu’entretiennent via Internet le patient, les associations, les laboratoires, les hôpitaux, les médias, mais également les médecins eux-mêmes avec l’univers de la santé. Ce rendez-vous cherchera à cerner les évolutions dans le domaine avec les plus grands spécialistes et à comprendre les enjeux que cette révolution numérique implique pour chaque citoyen. La manifestation sera ouverte aux médecins, pharmaciens, étudiants en santé, journalistes, laboratoires pharmaceutiques et administrations. Sept initiatives seront distinguées par les premiers ‘Trophées de la Santé’: Trophée de la recherche médicale, du meilleur site web de santé régional, de la coopération euroméditerranéenne, du reportage, des associations de santé, du public.

Contact: medias-sante@atout-org.com
See also: Trophées de la Santé – Date limite de soumission: 04/11/2009
http://atout-org.com/mediassante/condinscription.html

Benessere: strategie di marketing e comunicazione

Postato il Aggiornato il

Torna alla home di Il Sole 24 Ore.com

Segnalo questo corso perché, secondo me, potrebbe darci una chiave di lettura nuova al nostro agire in sanità, nella logica delle convergenze, tra settori differenti, sul tema della filiera del benessere.

In particolare, il corso parte dalla considerazione che la ricerca del “benessere” determina nuovi valori e comportamenti d’acquisto per un target di consumatori sempre più numeroso.

Il corso intende analizzare le tendenze in atto in questo mercato e le dinamiche dei consumatori e fornire le strategie e gli strumenti innovativi di marketing idonei a comunicare l’emozionalità e la sensorialità dei prodotti/servizi del “benessere”.

Il corso è completato dall’analisi di casi di successo in diversi settori: cosmesi, salute, beauty farm.

http://www.formazione.ilsole24ore.com/corsi-convegni/TA4033-benessere-strategie-marketing-comunicazione.php

La Puglia all’avanguardia nel valorizzare la comunicazione in sanità

Postato il

Ammetto subito che sono parte in causa, ma solo per ragioni natie ….  infatti vi segnalo che Giuseppe Fattori, nella newsletter ‘Marketing Sociale e Comunicazione per la Salute’, ci racconta questa buona news, quindi non posso, come pugliese, che darne eco anche sul mio blog.

http://www.marketingsociale.net/nl/43.htm#5

Medicina basata sulla narrazione: le origini del movimento

Postato il Aggiornato il

Svelo un retroscena di questo blog: ho voluto impostarlo come l’agorà on line della contaminazione, spero razionale, che sta avvenendo tra le discipline marketing-comunicazione ed altre aree di competenza della sanità (qualità, sicurezza, ICT, medicina, …), che quasi spontaneamente puntano al patient empowerment (cioè in viaggio verso la centralità del malato) da origini culturali differenti.

E’ questo il caso del chiaro e deciso articolo, pubblicato su Management della Sanità n.34, di Maria Giulia Marini di Istud, su origini e ratio della ‘narrative based medicine’ (rilievo delle esperienze individuali del malato nella ricerca dell’efficacia terapeutica).

Mi sembra di capire che la conclusione della Marini sia che c’è antitesi di approccio con la più nota ‘evidence based medicine’ (focus sulle evidenze scientifiche a livello di popolazione sanitaria, cioè rilievo dei fattori macro), ma che si possano integrare per la migliore cura individuale del malato.